Servizi

Adeguamento Impianto Fotovoltaico alla Delibera AEEG 421/2013/R/eel

Area Tecnica: 

Adeguamento Impianto Fotovoltaico alla Delibera AEEG 421/2013/R/eel – Allegato al codice di rete Terna A72

*** Teledistacco impianti di produzione da fonte rinnovabile ***

Gli impianti alimentati da fonti rinnovabili rappresentano circa il 37% della potenza complessiva istallata in Italia e il 31% della produzione lorda totale1. L’energia generata da queste fonti, soprattutto nei giorni festivi quando la potenza totale richiesta in prelievo è ridotta, costituisce ormai una parte importante della potenza totale generata.
La potenza generata dagli impianti fotovoltaici ed eolici non è ne programmabile, in quanto dipende appunto dalla disponibilità dell’energia primaria quale sole o vento, pertanto non regolabile.
Questo espone la rete elettrica ad una certa vulnerabilità, rendendo il sistema potenzialmente instabile.
Tutte le operazioni necessarie a garantire l’integrità del servizio di distribuzione elettrica quali ad esempio:
- gestione e programmazione dei flussi di potenza sulle linee;
- garantire la potenza reattiva necessaria;
- adattare in maniera istantanea la potenza generata con quella richiesta;
prendono il nome di dispacciamento.

Terna, al fine di prevenire tali eventuali criticità, nell’agosto 2012 pubblica l’allegato A.72 al codice di rete “Procedura per la riduzione della generazione distribuita in condizioni di emergenza del sistema elettrico nazionale “.
Successivamente vengono emanate dall’autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico le delibere:
- 562/2012/R/EEL del 20/12/2012 con la quale vengono stabiliti i criteri di distacco per alcune tipologie di impianti di generazione, la cui richiesta di connessione è successiva al 31/12/12;
- 421/2014/R/EEL del 7/08/2014 con la quale viene recepita la revisione 1 dell’allegato A72 (agosto 2013) e vengono introdotti gli interventi di retrofit da adottare ad alcune tipologie di impianti già esistenti.

In breve il nuovo allegato A.72 si allinea con la norma CEI 0-16 (art. 8.8.6.5 e allegato M), introducendo la soluzione di distacco in tempo reale degli impianti (GDRM) tra quelle già previste dalla precedente versione3.
Vengono così definiti gli obblighi da parte dei distributori (implementazione del sistema per la gestione del tele distacco ed aggiornamento del portale per la predisposizione del regolamento di esercizio) e quelli a carico degli utenti (installazione di appositi dispositivi atti al tele distacco via GSM).
Tale allegato entrerà in vigore il 1 settembre 2015.

Delibera 421/2014/R/EEL e adeguamento degli impianti esistenti
Tutti gli impianti fotovoltaici ed eolici con una potenza nominale (quale somma delle potenza STC dei singoli moduli costituenti l’impianto) ≥100 kW, connessi, o da connettere alla rete di media tensione la cui domanda di connessione è stata presentata antecedentemente al 1/1/2013, devono adeguarsi a quanto previsto dalla norma CEI 0-16 art. 8.8.6.5 e allegato M entro il 31/1/16.
In pratica l’adeguamento consiste in:
- Installazione di un dispositivo GSM conforme alla CEI 0-16 ed. III che consenta di ricevere i messaggi inviati dal distributore, comandare l’apertura del dispositivo di interfaccia e dare conferma dell’avvenuta apertura al distributore;
- Comunicazione al distributore l’avvenuto adeguamento;
- Sottoscrizione del nuovo regolamento di esercizio;
- Invio al distributore una dichiarazione, firmata da un tecnico4 che attesti la conformità del sistema di distacco alla norma CEI 0-16 ed.III

Entro il 30/09/15 il distributore verifica il funzionamento del sistema di tele distacco per mezzo di un test da remoto. Se l’esisto dei test è negativo per 3 volte viene effettuato un sopralluogo per verificare il sistema.
In caso di mancato adeguamento entro i termini previsti saranno sospesi gli incentivi fino alla data di adeguamento.

IMPORTANTE
Incentivazione del distributore:

I produttori che entro il 30/06/2015, adegueranno i propri impianti alle prescrizioni richieste e invieranno la comunicazione di avvenuto adeguamento hanno diritto, con riferimento ai medesimi impianti di produzione, a un premio pari a:

a) 800 euro per ciascun impianto di produzione di energia elettrica nei casi in cui siano presenti tre o più sistemi di protezione di interfaccia
b) 650 euro per ciascun impianto di produzione di energia elettrica nei casi in cui siano presenti due sistemi di protezione di interfaccia
c) 500 euro per ciascun impianto di produzione di energia elettrica nei casi in cui sia presente un solo sistema di protezione di interfaccia

L’incentivo viene emanato solo nel caso in cui l’impianto di produzione era tenuto alla corresponsione del CTS prima dell’intervento di adeguamento e trasmettono entro la medesima data anche la dichiarazione di adeguatezza di cui all’articolo 40 del TIQE (qualora non già inviata)

SERVIZIO OFFERTO
Grazie alla consolidata esperienza tecnica maturata operando nel settore verifiche e misure in campo, il nostro studio è in grado di offrire tutti i servizi necessari ad ottemperare a quanto richiesto dalla delibera. In particolare:

Dalla semplice consulenza tecnica per il disbrigo delle pratiche burocratiche al vostro installatore di fiducia, fino ad un pacchetto chiavi in mano.

L’offerta, composta come di seguito riportato :

-Fornitura del sistema GSM di Teledistacco
-Configurazione personalizzata in relazione alle specifiche richieste dal gestore di rete;
-Assistenza telefonica all’installazione;

avrà un costo di 500,00 Euro, dalla quota indicata restano esclusi:
-L'installazione del sistema
-La redazione del progetto a firma di tecnico abilitato
-La sottoscrizione del nuovo regolamento di esercizio per quanto riferito alla sezione ad esso riservata.

PER UNA GESTIONE COMPLETA SAREMO LIETI DI REDARRE UN PREVENTIVO AD HOC

entro il 30/06/2015 --- GRATUITO, in quanto l’autorità entro tre mesi dall’avvenuto adeguamento rimborsa il produttore dell’ammontare del servizio e nuova installazione come individuato al punto precedente
entro il 31/08/ 2015 --- 50% DEL COSTO, in quanto l’autorità entro tre mesi dall’avvenuto adeguamento rimborsa il produttore del 50% dell’ammontare del servizio e nuova installazione come individuato al punto precedente
entro il 31/01/ 2016 --- NESSUN INCENTIVO PREVISTO

Al cliente verrà restituita, a lavori eseguiti, tutta la documentazione tecnica attestante l’avvenuto adeguamento e il nuovo regolamento di esercizio sottoscritto ed accettato da ENEL.
All'interno del nostro sito e in calce a questo articolo sono riportati i riferimenti per un rapido contatto.
Al seguente LINK inoltre è disponibile un rapido form per ricevere un preventivo gratuito.

Note
1 Fonte: rapporto statistico 2012 GSE
2 In realtà anche per gli impianti connessi successivamente a questa data nessuna prescrizione in merito al tele distacco secondo l’art. 8.8.6.5 e allegato M della CEI 0-16 è stato prescritto dal distributore .
3 Nella prima versione dell’allegato A.72 (agosto 2012) erano previste due sole procedure di distacco, la GDTEL che prevedeva il distacco di impianti connessi su linee dedicate (poco diffusi), e la GDPRDO che consiste nel preavviso del distributore di sette giorni al distacco.
4 La dichiarazione può essere firmata dal responsabile tecnico di una impresa abilitata o da un professionista iscritto all’albo secondo le specifiche competenze.

Norme di riferimento
- Delibera 07 agosto 2014, 421/2014/R/eel - Prescrizioni relative ai servizi di rete e ai distacchi per la generazione distribuita
- CEI 0-16 – ed. III, art. 8.8.6.5 e allegato M - Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti AT ed MT delle imprese distributrici di energia elettrica, Allegato M, Partecipazione ai piani di difesa
-Allegato al codice di rete Terna A72 - Procedura per la Riduzione della Generazione Distribuita in condizioni di emergenza del Sistema Elettrico Nazionale (RIGEDI)

Studio Associato OTS
Strada Battifoglia, 12/H – 06132 – PERUGIA (PG)
TEL: 075.52.92.264
FAX: 075.52.86.753
P.I. Federico Silvestri - 338.770.99.52
P.I. François Fuga Paglialunga – 340.24.50.020
P.I. Racanella Luca - 320.41.42.210

Mail to: info@studio-ots.it
www.studio-ots.it

Facebook icon
Google icon
LinkedIn icon
e-mail icon
Torna in cima