News Frontend

Situato sull’altopiano di Riyad, il King Abdullah Petroleum Studies and Research Center, KAPSARC, è un centro di ricerca senza scopo di lucro dedicato ad individuare strategie energetiche efficaci per fornire benessere sociale in tutto il mondo

Riciclo dell’acqua, progettazione passiva, fotovoltaico sul tetto e materiali riciclati ne hanno garantito la certificazione LEED Platinum dal Green Building Council.

 

a cura di Tommaso Tautonico

 


Un centro di ricerca può essere progettato per adattarsi alle condizioni ambientali estreme di un Paese come l’Arabia Saudita? Il centro di ricerca KAPSARC è il primo progetto dello studio di architettura Zaha Hadid ad ottenere la certificazione LEED Platinum dal Green Building Council degli Stati Uniti.

 

Il centro è stato progettato in risposta alle condizioni ambientali dell'altopiano di Riyad per ridurre al minimo il consumo di energia e risorse.

 

L'ingresso del centro di ricerca KAPSARC a Riyad


Al suo interno esperti leader, organizzazioni politiche, istituzioni governative e industrie si riuniscono per sviluppare politiche e quadri economici che siano in grado di ridurre l'impatto ambientale e i costi complessivi dell'approvvigionamento energetico.

 

Qui nascono soluzioni pratiche basate sulle più moderne tecnologie per utilizzare l'energia in modo più efficiente.
Esteso su una superficie di 70.000 m², KAPSARC comprende cinque edifici: l'Energy Knowledge Center, l'Energy Computer Center, un centro congressi con sala espositiva e auditorium da 300 posti, una biblioteca con 100.000 volumi e il Musalla, un luogo dedicato alla preghiera all'interno del campus.

 

KAPSARC: il centro di ricerca che risponde alle condizioni ambientali

Un centro di ricerca, per sua natura, è un'istituzione lungimirante. Per questo l’architettura del centro KAPSARC è proiettata al futuro. Grazie alla modularità del progetto, la struttura può essere ampliata e adattata in base alle necessità, senza comprometterne l’impatto visivo.

 

I cinque edifici che compongono il centro, differenziati per dimensioni e organizzazione interna, si sviluppano attorno un grande cortile centrale ombreggiato. Qui, grazie ad una serie di pensiline sostenute da una foresta di colonne in acciaio, è possibile godere di una zona d’ombra rilassante dove poter condividere idee e progetti con i più grandi esperti internazionali in tema di energia.

 


La figura geometrica complessa del centro è il risultato di una perfetta modellazione tridimensionale. Le strutture a nido d'ape, di forma esagonale, sono deformate: si comprimono verso il centro e si allungano nelle zone più esterne, facilitando eventuali estensioni future.  La forma e l’orientamento di ogni singolo modulo è pensata e posizionata per garantire il massimo comfort interno: il KAPSARC è protetto dalla luce solare che proviene da sud e si apre verso nord e ovest, incoraggiando i venti del nord ad entrare nella struttura rinfrescandone gli spazi.   

 


Le zone del centro più esposte ai fenomeni climatici sono ricoperte da un guscio protettivo mentre le zone meno esposte sono più porose, con parti di celle esagonali lasciate aperte per creare una serie di cortili in grado di favorire l’illuminazione naturale degli spazi interni.


Anche le forme delle celle architettoniche cambiano in base alla direzione della luce solare: più alte verso sud, ovest ed est, per proteggere gli spazi interni dalla forte luce solare diretta. Più basse verso nord e nord-ovest.

 


In tutta la struttura ampie corsie pedonali ne favoriscono la mobilità. Ogni edificio è collegato non solo con il giardino centrale, ma anche con le altre strutture. Un collegamento sotterraneo tra gli edifici principali permette gli spostamenti in tutta tranquillità nei periodi più caldi dell'anno.


Dal punto di vista della sostenibilità il centro KAPSARC può vantare una riduzione del 45% delle prestazioni energetiche ottenuta grazie al suo orientamento, all’ottimizzazione della facciata e all’impianto fotovoltaico sul tetto del centro congressi. Inoltre tutta l'acqua potabile del centro viene riciclata e riutilizzata sul posto. Il 40% dei materiali di costruzione è di origine locale e il 30% dei materiali utilizzati per la costruzione è realizzato con materiale riciclato. Il 98% del legno utilizzato è certificato dal Forest Stewardship Council (FSC).

 


Grazie a queste caratteristiche, il KAPSARC è stato nominato l'edificio più "smart" dell'Arabia Saudita nel programma Honeywell Smart Building Awards ed ha ottenuto, come già scritto in precedenza, la certificazione LEED Platinum dal Green Building Council degli Stati Uniti, ricevendo punteggi eccezionali in molti dei criteri previsti.

 

 

img by www.zaha-hadid.com

Norbert Lantschner, padre fondatore del protocollo CasaClima, illustra le azioni da attuare per contare su un patrimonio edilizio efficiente e sostenibile

Pagine

Facebook icon
Google icon
LinkedIn icon
e-mail icon
Abbonamento a studio-ots.it aggregatore - News Frontend
Torna in cima